I conti in tasca…

I costi dell’energia sono in continuo aumento, così come l’inquinamento.

Riuscire a contrastare questo andamento è possibile anche se abitiamo in edifici dotati di impianti e strutture di vecchia concezione (impianti obsoleti e strutture poco isolate-coibentate).
Con semplici ma importanti opere di riqualificazione impiantistica e/o di ristrutturazione, si possono abbattere i consumi energetici (minori costi di combustibile), oltre a dare un significativo contributo all’ambiente (minori emissioni inquinanti in atmosfera) e alla possibilità di migliorare il proprio comfort “climatico”. Mantenere un Impianto Vecchio e Obsoleto NON PRODUCE ALCUN VANTAGGIO: Minore Comfort e Sicurezza  Maggiore Consumo e Inquinamento” ma soprattutto è “penalizzante” in termini economici.
Risulta evidente che “Investire” in impianti tecnologici ad alto rendimento sia la soluzione migliore se non addirittura scontata per risparmiare denaro (anche senza tener conto degli obblighi di legge e/o delle eventuali agevolazioni/incentivi fiscali).
Il possibile e “reale” risparmio ottenibile da tali interventi di riqualificazione, può essere così paragonato:
Quale Banca è in grado di Garantire alla propria Clientela un Interesse Annuo di almeno il 15-20% ?
In base alla nostra “specifica” esperienza nella gestione degli impianti a condensazione e contabilizzazione del caolere e ai risultati positivi ottenuti a partire dai primi anni del 2000, possiamo affermare che i risparmi “medi” possono variale dal 20 al 30% (in riferimento alla tipologia di interventi effettuati e alle caratteristiche dell’edificio-impianto). A tale proposito, siamo in grado di valutare le migliori soluzioni tecnico-economiche possibili (attraverso l’utilizzo di prodotti e sistemi di elevata qualità e di ultima generazione), con lo scopo non solo di adeguare il Vs. impianto alle vigenti normative in materia di sicurezza, risparmio energetico e inquinamento, ma di migliorarne il servizio e l’affidabilità e non per ultimo, procurarVi un immediato e futuro vantaggio economico.
N.B.: questo approffittando delle nostre proposteChiavi in Mano, ossia dalla consulenza e preventivazione, alla realizzazione delle opere e successiva gestione dell’impianto e/o sistema, il tutto corredato da una completa Documentazione di “legge” (tramite i ns. collaboratori, quali: studi Ingegneri/Termotecnici, installatori/idraulici, agenti/funzionari commercili dei vari prodotti e sistemi da noi trattati).

“Facendo comunque attenzione a valutare la migliore soluzione possibile, ovvero quella che permetta di recuperare l’investimento iniziale attraverso il risparmio energetico, in un periodo di tempo ragionevole”

 

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , | Commenti disabilitati su I conti in tasca…

Detrazioni Fiscali in materia di “Riqualificazione Energetica” del 50-65% – Mantenuta anche per tutto il 2018

Nuovamente Prorogate dal Governo le Detrazioni Fiscali con l’ultima Legge di Bilancio 2018 (Legge n°205/’17 comma 3 dell’Art. unico c.d. “Pacchetto Casa”, pubblicato sulla G.U. n°302 del 29/12/17), ovvero “l’EcoBonus“, relativo agli interventi di Riqualificazione Energetica degli Edifici , come anche per le Detrazioni sulle Ristrutturazioni nell’Edilizia, per tutto il 2018:

Ecobonus per gli Interventi di Riqualificazione Energetica, pari al 65% (si ricorda che la sola sostituzione della Caldaia non è Sufficiente per l’ottenimento di tale Sgravio Fiscale ma occorre anche intallare un sistema di termoregolazione “evoluta/in compensazioneclimatica“, ovvero con Sonda Esterna e Ambiente, oltre alla contestuale installazione di valvole termostatiche su ogni radiatore, se tecnicamente possibile).

Ecobonus per gli Interventi di Riqualificazione Energetica, pari al 50% (in questo caso è sufficiente la sola sotituzione della Caldaia con un Generatore a Condensazione di Classe A, con una termoregolazione possibile in fasce orarie e con almeno 2 livelli di temprtura …. ovvero, Non con il solo termostato ON-OFF).

N.B.: nel caso si può optare, anche quest’anno, della stessa detrazione del 50% in regime di “Ristrutturazione Edilizia“, ovvero Bonus-Casa per la sola sostituzione della Caldaia (senza l’obbligo di ulteriori interventi e/o accessori necessari) …… ma probabilmente (a differenza dello scorso anno), con l’incombenza di una pratica da inviare all’ENEA di cui, ad oggi, NON si conoscono ancora le procedure/istruzioni, in quanto si è in attesa dei relativi “Decreti Attuativi” da parte dello Stato !?!   

Ricordiamo inoltre che l’agevolazione fiscale, sarà fruibile in 10 Anni (ovvero recuperabile dalle “tasse sui redditi”, in dieci quote del medesimo importo).

Pubblicato in News | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Guida al Corretto Utilizzo del Riscaldamento “Contabilizzato”

Qui puoi scaricare il Documento in formato PDF, cliccando su : GuidaUtilizzoRiscaldamentoContabilizzato

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , | Lascia un commento

Sistemi di Regolazione e Contabilizzazione Individuale del Calore: “Tempo Scaduto”

L’obbligo dell’adozione di tali “sistemi” deriva alla Delibera della Regione Piemonte N°98-1247 dell’11/01/07 (pubblicata sul Bollettino Ufficiale Regione Piemonte N°6 del 08/02/07). Il termine di adeguamento, più volte prorogato fino all’ultima scadenza del 31/12/16 (Proroga contenuta nella D.G.R. N°41-231 del 04/08/14 pubblicata sul B.U. N°32 S1 del 07/08/14), si è armonizzato con la normativa Nazionale (D.Leg.vo N°102/2014, pubblicato sulla G.U. N°165 del 18/07/14 e D.Leg.vo N°141/2016, pubblicato sulla G.U. N°172 del 25/07/16), con la medesima scadenza.

Con il Decreto Legge del 2016 “Milleproroghe(D.L. N°244/2016 Art.6 Comma 10 lettera a e b, pubblicato sulla G.U. N°304 del 30/12/16) è stata fissata la definitiva scadenza al 30 Giugno 2017.

Si ricorda che l’obbligo di adeguamento/installazione dei Sistemi di Regolazione  e Contabilizzazione Individuale del Calore”, negli impianti di riscaldamento centralizzati degli edifici condominiali esistenti (ovviavemte per quelli di nuova realizzazione, devono già esserne dotati),  deriva dalla Direttiva Europea sull’Efficienza Energetica 2012//27CE (recepita, nel ns. Paese, dai D.Les.vi N°102/’14 e 141/’16).

Sembra, dunque, che NON ci siano più dubbi sull’importanza dell’adozione di tali sistemi e su possibili ulteriori proroghe e/o scusanti sul mancato ripetto della scadenza …..

Il mancato rispetto, prevede SANZIONI da 500 a 2.500 €. per ogni “Unità Immobliliare” !!!

Pubblicato in News | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Nuovi Limiti di Emissione in Atmosfera della Regione Piemonte “NOx”

Con la ” D.G.R. n°11968-46 del 04/08/09″ la Regione Piemonte, oltre a dettare nuove disposizioni in materia di Inquinamento e Risparmio Energetico, pone dei Limiti sulle Emissioni in Atmosfera per gli Impianti di Riscaldamento. Tali limiti riguardano gli NOx (Ossidi di Azoto), per cui  l’eventuale superamento, comporta l’adeguamento dell’impianto che si traduce “quasi sempre” nella Sostituzione del Generatore/Caldaia entro determinate scadenze temporali, in base alla tipologia e dimensioni dell’impianto stesso (ovvero a seconda del tipo di combustibile e alla potenza in kw.). In sostanza è previsto che entro il 1°Settembre 2011/12/13/15 tutti gli impianti che superano i 70 mg.NOx/kwh(se di potenza <35 kw.) o gli 80 mg.NOx/kwh(se di potenza >35 kw.), devono essere “Adeguati”.   Dunque più un impianto è grande/di potenza elevata, più inquina e prima deve essere adeguato (ad es. per gli Impianti <35 kw. la scadenza è il 1°Settembre 2015).

Con la Determina del Consiglio Regionale del 12/03/14 N°52, pubblicata sul B.U. N°12 del 20/03/14, sono state approvate delle “tolleranze” ai Limiti emissivi di NOx pari a + 20 mg./kwh., ovvero delle incertezze sulle misurazioni che di fatto portano da 70 a 90 mg./kwh. e da 80 a 100 mg./kwh. i limiti degli Impianti (ovvero per gli impianti Inferiori e Superiori ai 35 Kw.).

A tale proposito, dopo ben 3Proroghe“, con l’ultima Delibera della Regione Piemonte (D.G.R. N°29-3386 del 30/05/16 pubblicata sul B.U.Reg.le N°23 del 09/06/16), sono stati ridefiniti i termi/scadenze prevsti per tali adeguamenti, ovvero:

per gli Impianti funzionanti a Gas o Gasolio < 1 Mwh. i cui Generatori sono stati InstallatiDopo” il 1°Gennaio 2003 ed “Entro” il 24 Febbraio 2007, DEVONO essere Adeguati entro il 1°Settembre 2018, mentre per TUTTI gli altri Impianti (sempre < a 1 Mwh.), vale la Scadenza del 1°Settembre 2016.

Ricordiamo inoltre che per gli impianti funzionanti a Gasolio (come riportato dalla D.G.R. N°18-2509 dello 03/08/11, pubblicata sul B.U. N°32 dell’11/08/11), è concessa una “deroga” all’installazione di nuovi Generatori a Gasolio con livelli emissivi di NOx < 120 mg./kwh., a fronte della “mancanza” di reperibilità sul mercato di taglie di potenza utili e tecnologie in grado di poter rispettare tali limiti emissivi (ovvero 80 mg./kwh + 20 mg. di tolleranza).

N.B.: si ricorda che entro il 2020TUTTE” le Caldaie esistenti che non rientrano nella  Classificazione Energetica a 4 Stelle, dovranno essere “Adeguate”, ovvero sostituite con nuovi Generatori/Caldaie, appartenenti a tale categoria (es. Caldaie a Condensazione). 

Pubblicato in News | Contrassegnato , , , , , , | 6 commenti

Caldaie a Condensazione e Etichettatura Efficienza Energetica

Si ricorda che in riferimento alle disposizioni di Legge della Regione Piemonte (D.C.R.n°98-1247/’07 e s.m.i.),  dal 24 Febbraio 2007, c’è l’obbligo di utilizzare Caldaie a Condensazione (ossia generatori di classe energetica a 4 stelle, ad altissimo rendimento e bassissime emissioni di sostanze inquinanti in atmosfera), nel caso di sostituzione di vecchie caldaie esistenti e/o nuova installazione.

Inoltre con la nuova DirettivaErp” e realtiva etichettatura di Efficienza Energetica, dal 26 Settembre 2015, NON sarà più possibile immettere sul mercato “Nazionale”, Caldaie Convenzionali (ovvero Non a Condensazione) e dal 1°Agosto 2015 tutti gli apparecchi di riscaldamento/caldaie dovranno avreve a corredo pompe di circolazione ad alta efficienza energetica.
Per cui, ogni Prodotto e/o Sistema principale di un Impianto di Riscaldameno o Climatizzazione, dovrà avere una specifica “etichettatura” riportante oltre la Calssificazione Energetica, ulteriori informazioni quali: valori  relativi alla potenza, rumorosità, dispersioni, ecc. ………. ovvero :

La Fine della Tecnologia del Riscaldamento Tradizionale, NON a Condensazione è ormai Vicina

Pubblicato in News | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Riqualificazione Energetica

Il nostro consiglio prima di effettuare interventi di riqualificazione energetica:

1. Rivolgersi a ditte con esperienza specifica nella realizzazione di tali impianti (anche nei piccoli interventi, sarebbe meglio e/o opportuno sentire il parere di un termotecnico).
2. Non limitarsi a valutare le offerte solamente dal prezzo, in quanto difficilmente le proposte “troppo contenute/prezzo più basso”,  producono i risultati desiderasti in termini economici, ossia di risparmio energetico (minor costo iniziale = maggior spese di esercizio).
3. Non sempre il prodotto più caro (o la migliore tecnologia utilizzata) è sinonimo di garanzia dei risultati attesi, in base alle proprie esigenze e/o specificità d’utilizzo (ossia in riferimento alla tipologia di edificio-impianto e relativa destinazione d’uso).

Pubblicato in Consigli | Contrassegnato , , , | Lascia un commento